Crypto Bazar: il primo crypto e-commerce italiano

0
54
Crypto Bazar primo crypto ecommerce italiano

Crypto Bazar (www.cryptobazar.it), il primo crypto eCommerce italiano, è nato ad ottobre del 2019 con l’obiettivo di favorire la circolazione delle criptovalute e farle diventare finalmente moneta di scambio. 

I due fondatori sono Gianluca Vitrano e Francesco Vergine due giovani con un solido background e le idee ben chiare. 

Gianluca è un appassionato di web design e criptovalute. 

Francesco ha una laurea in economia, un executive MBA a Londra e numerose esperienze internazionali alle spalle. 

Ma perché è nato Crypto Bazar? 

Continua a leggere e te lo racconto.. 

Perché Crypto Bazar

 

Perché Crypto Bazar

Gianluca e Francesco hanno intercettato un’esigenza del mercato, migliorando quanto già esistente. 

Infatti hanno avuto l’idea della piattaforma dopo aver riscontrato l’assenza di piattaforme simili che si rivolgessero al mercato italiano.

La peculiarità della piattaforma è proprio quella di essere modellata sulle esigenze di un pubblico italiano. 

Avrai quindi la possibilità di effettuare compravendite solo con altri utenti nostrani e non vi troverai prodotti provenienti da chissà quale parte del mondo.

Se a prima vista potrebbe sembrare un limite, al primo utilizzo della piattaforma, la scelta si rivela portatrice di diversi vantaggi:

  • Facilità di comunicazione 
  • Tempi di spedizione più celeri
  • Costi di spedizione contenuti 

Un altro punto di forza della piattaforma oltre all’italianità è la sicurezza. 

La sicurezza di Crypto Bazar

Sicurezza di Crypto Bazar

Il team di Crypto Bazar esegue uno scrupoloso controllo di tutti gli annunci prima di metterli online. 

Nello specifico viene controllato che non vengano messi in vendita oggetti illegali e viene valutata l’affidabilità dell’inserzionista. 

I fondatori sono determinatissimi nel voler evitare un caso “Silk Road” italiano e, ancora di più, nel garantire la sicurezza di chi si affida alla loro piattaforma. 

Silk Road, per chi non lo conoscesse, era un marketplace nel Dark web che conteneva numerosi annunci di prodotti illegali (armi, stupefacenti, documenti falsi e via dicendo). 

La vicenda si è conclusa nel 2013 con la chiusura del portale e l’arresto del suo fondatore da parte dell’FBI. 

Le accuse consistevano in “associazione a delinquere per il traffico di stupefacenti, reati informatici e riciclaggio di denaro”.

In seguito c’è stato anche un Silk road 2.0 ma ha fatto la stessa fine del primo. 

Torniamo al nostro Crypto Bazar che è partito con ben altre premesse. 

Andiamo a vedere nello specifico un interessante meccanismo a tutela degli attori della compravendita: il sistema di Escrow. 

Il sistema di Escrow di Crypto Bazar

Sistema di Escrow di Crypto Bazar

I fondatori di Crypto Bazar, proprio per garantire una totale affidabilità degli scambi, hanno iniziato a lavorare ad un sistema di Escrow ( lo stesso utilizzato da piattaforme internazionali come Aliexpress, storico marketplace, e Localbitcoins, servizio di compravendita bitcoin peer to peer). 

Tale sistema renderà disponibile il pagamento al venditore solo dopo che l’acquirente abbia dimostrato soddisfazione. 

In altri termini la piattaforma invierà i soldi al venditore solo se e quando l’acquirente avrà ottenuto quello che aveva scelto. 

In questo modo sarà interesse del venditore far sì che tutti gli ordini vadano a buon fine e non verrà lasciato spazio a truffatori. 

Ti è mai capitato di dover aspettare tempo immemore per quel magnifico prodotto ordinato su un favoloso marketplace oltreoceano e infine scoprire che avresti fatto meglio ad andare al mercatino dell’antiquariato domenicale? 

Molte volte capita anche nonostante le numerose recensioni positive che un prodotto può avere. 

Devo comunque specificare, pur rischiando di dire cose scontate, che dietro ad un ritardo di consegna o ad un prodotto danneggiato non c’è sempre la responsabilità, né tanto meno la malafede, di un venditore. 

Le cause di un ritardo o di un danneggiamento potrebbero essere infatti da addebitare ad addetti ai controlli in stazioni, aeroporti o dogane o a personale di centri smistamento e/o corrieri maldestri. 

Il sistema Escrow fa sì che il venditore presti la massima attenzione a chi affida il suo pacco.

Un ulteriore livello di sicurezza per l’acquirente è già presente su Crypto Bazar: la garanzia Crypto pay. 

Vediamo come funziona. 

Garanzia Cryptopay

Garanzia Cryptopay

La garanzia Cryptopay consiste nell’ottenimento del rimborso di tutto l’importo pagato qualora si verificassero alcune problematiche. 

Potrai utilizzarla nei seguenti casi:

  1. non ricevi il bene che hai comprato
  2. L’oggetto che hai ricevuto non è conforme alla descrizione
  3. Hai ricevuto un oggetto non funzionante 

Se si verificano una o più delle precedenti condizioni non esitare ad inoltrare un reclamo al team della piattaforma che avvierà le procedure di rimborso. 

L’eventuale rimborso avverrà solo dopo che venga accertata la veridicità delle circostanze. 

Tutta la fase di controllo dura solo qualche giorno.

Se metti in vendita un bene puoi tirare un sospiro di sollievo perché non dovrai aspettare chissà quanto per ottenere i tuoi soldi e non ti troverai a dover rimborsare prodotti ingiustificatamente. 

La garanzia Cryptopay di Crypto Bazar riesce quindi a tutelare sia gli acquirenti che i venditori da eventuali tentativi di forzatura del sistema. 

Bene, dopo aver visto i vantaggi della piattaforma non ci resta che scendere nei dettagli del suo funzionamento. 

Come funziona Crypto Bazar 

Come funziona Crypto Bazar

Ti spiegherò come funziona la piattaforma sia lato venditore che lato acquirente. 

Una piccola premessa: potrai consultare tutti gli annunci che vuoi sul sito ma se vuoi inserire un annuncio o comprare dovrai registrarti. 

Partiamo dall’acquisto ma leggi anche se sei un venditore perché troverai informazioni utili. 

Comprare su Crypto Bazar 

Se devi comprare qualcosa con Crypto Bazar è semplicissimo e non ti ci vorrà molto tempo. 

La prima cosa che dovrai fare è trovare il prodotto che ti serve. 

Per farlo avrai due possibilità:

  • Puoi utilizzare il modulo cerca: utile se sai esattamente cosa ti serve e vuoi verificare se qualcuno lo vende. 
  • Esplori le categorie: tutti gli annunci della piattaforma sono accuratamente suddivisi in categorie. Tra le categorie più popolari individuate dal marketplace ci sono “Elettronica”, “Servizi”, “Sport e tempo libero”, “Casa e arredamento” 

Dopo aver individuato il prodotto, dovrai scegliere in quale valuta pagare e poi contattare il venditore. 

Vediamo ogni punto nel dettaglio. 

La scelta delle valute

Ogni venditore ha la possibilità di scegliere con quali valute desidera essere pagato. 

Oltre all’euro può scegliere tra 6 criptovalute:

  1. bitcoin (BTC) : credo che non abbia bisogno di molte presentazioni perché è tanto famosa quanto il “suo creatore” Satoshi Nakamoto (se vuoi saperne di più leggi l’articolo bitcoin: cosa sono e come funzionano) 
  2. Ether (ETH): la criptovaluta ideata da Vitalik Buterin e appartenente ad Ethereum, una piattaforma decentralizzata per la creazione di Smart Contracts
  3. Dash (DASH): la criptovaluta lanciata nel 2014 dall’omonima piattaforma che è considerata la prima DAO (organizzazione autonoma decentralizzata) della storia. 
  4. Litecoin (LTC): moneta rilasciata nel 2011 da Charles Lee, ex dipendente di Google, come migliore alternativa al bitcoin. Tra i vantaggi ha portato un aumento del numero di monete totali e la diminuzione dei tempi di elaborazione di un blocco. 
  5. Monero (XMR): valuta creata nel 2014 basata sul protocollo Cryptonight. Tra i suoi punti di forza ci sono una grande attenzione alla privacy ed un’elevata scalabilità. 
  6. Ripple (XRP): criptomoneta facente parte dell’omonimo sistema di trasferimento di fondi in tempo reale creato nel 2012 da opencoin

A seconda della moneta che scegli dovrai avere un differente wallet ( a meno che tu non abbia un wallet multi-valuta) per poter effettuare la transazione. 

Ma andiamo per ordine.. 

Dopo aver scelto la moneta dovrai contattare il venditore direttamente dalla piattaforma. 

Il contatto con il venditore 

Crypto Bazar grazie ad un accurato censimento iniziale rende facile e veloce il contatto tra le parti. 

Infatti ti sarà sufficiente aprire il form e scrivere il tuo messaggio. 

Sia tu che il venditore riceverete una copia del messaggio tramite email. 

Il venditore ti risponderà chiedendoti l’indirizzo al quale inviare il prodotto. 

Al contempo la piattaforma ti comunicherà le proprie coordinate bancarie o il proprio indirizzo pubblico per il pagamento in criptomoneta.

Ora non posso descriverti nel dettaglio il funzionamento di un wallet ma ti faccio una raccomandazione: controlla sempre bene l’indirizzo perché se sbagli perdi le tue criptovalute. 

Ad esempio non inviare bitcoin ad indirizzi Ethereum o viceversa e presta attenzione al fatto di aver inserito tutte le lettere giuste. 

Al fine di diminuire il rischio di confusione spero possano esserti utili degli esempi di indirizzi di 2 delle 6 criptovalute sopra menzionate: bitcoin ed Ether. 

Non inviare soldi ai seguenti indirizzi perché non credo siano reali ma soprattutto non sono i miei. 

Eccoti gli esempi:

  1. bitcoin (BTC): 1A1zP1eP5QGefi2DMPTfTL5SLmv7DivfNa
  2. Ether (ETH): 0xb794F5eA0ba39494cE839613fffBA74279579268

Dopo aver saputo le modalità di pagamento avrai 24 ore per saldare il dovuto altrimenti l’ordine si annullerà. 

Dal momento della ricezione del pagamento il venditore avrà 5 giorni di tempo per spedire il prodotto. 

Una volta che il prodotto è stato spedito potrai monitorare l’andamento della consegna nella sezione “i miei acquisti” della tua area riservata. 

Inoltre si avvierà un countdown per lo specifico acquisto entro il quale potrai effettuare un reclamo in caso di problemi. 

Se al termine del countdown non avrai presentato reclami il venditore potrà farsi inviare dalla piattaforma i soldi al suo conto corrente o le criptovalute al suo wallet. 

Vendere su Crypto Bazar

Per vendere un prodotto attraverso la piattaforma dovrai registrarti. 

Una volta effettuata la registrazione potrai inserire un annuncio nella categoria più idonea, specificando le modalità preferite di pagamento (ho scritto più sopra delle diverse valute tra le quali puoi scegliere). 

Durante la registrazione potrai scegliere tra due differenti opzioni: una gratuita ed una a pagamento. 

Con la versione a pagamento denominata “profilo business” avrai a disposizione funzionalità aggiuntive. 

In particolare otterrai:

  1. Annunci mensili senza limite 
  2. Uno shop dedicato
  3. Assistenza dedicata: avrai la possibilità di risolvere eventuali problemi più velocemente 
  4. Annunci sempre in vetrina: gli annunci, a differenza di quelli del profilo free, non scadranno e avrai costante visibilità
  5. Repost sui social: il tuo annuncio verrà condiviso nei canali social della piattaforma. 

Il costo dell’abbonamento premium è di 8 euro al mese. 

Con le funzioni abbiamo finito e ci stiamo avviando alla conclusione dell’articolo. 

Prima di lasciarci però vediamo cosa pensano della piattaforma gli utenti ed alcuni esperti del settore. 

Opinioni sulla piattaforma

 

Opinioni su Crypto Bazar

Crypto Bazar sulla sua pagina Facebook presenta una serie di recensioni e sono tutte positive. 

La piattaforma, come puoi vedere dallo screenshot sotto, colleziona un bel 5/5 complessivo. 

Lo stesso entusiasmo si trova da parte di alcuni esperti del settore. 

Opinioni degli esperti

Il marketplace Crypto Bazar è stato oggetto di attenzione da parte di diversi siti del settore Crypto. 

Senza voler togliere nulla agli altri, vorrei parlarti di due in particolare:

  1.  Parlarebitcoin.com
  2.  Dashnewsitalia.org

Vediamoli insieme. 

Parlarebitcoin

Parlarebitcoin è un sito nato nel 2020 che ha la finalità di divulgare la conoscenza del bitcoin e promuovere confronti in merito alla sua evoluzione nel tempo. 

L’autore del sito è Giulio, studioso di Bitcoin dal 2017 ed appassionato di tecnologia (in modo particolare sviluppo software).

Ha un background accademico in ambito finanziario italiano ed internazionale tuttavia sottolinea che è stata la conoscenza di Bitcoin a permettergli di approfondire concetti che altrimenti non avrebbe mai approcciato. 

In merito al marketplace Crypto Bazar ha pubblicato l’articolo “Cryptobazar. it l’Amazzonia dei beni scambiati” in cui offre una panoramica della piattaforma e mette in evidenza la competenza tecnica di Gianluca Vitrano nel settore Crypto. 

Dash News Italia

Dash News Italia si presenta come “una comunità per Dash in lingua italiana” focalizzata “su notizie e avvenimenti rilevanti che riguardano l’evoluzione di Dash”. 

Il sito ha dedicato a Crypto Bazar sia un articolo intitolato “quanto è lontano il futuro” che un video nel quale viene illustrato il funzionamento della piattaforma. 

Per vederlo clicca sull’immagine sotto:

Il video di Dash News Italia riguardante Crypto Bazar

Siamo giunti alla fine dell’articolo. 

Ora non ti resta che andare a vendere o comprare su Cryptobazar.it

Gaetano Matarese
Seguimi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui